Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘entropie e paradossi’ Category

non so che tempo faccia fuori
né quanto tempo mi resti
prima che il tempo mi faccia fuori

Read Full Post »

quante cose si devono tollerare, che sono quasi intollerabili, a causa della sopravvenuta saggezza! non le cose grandi, che quelle, per loro stessa mole, ti potrebbero in un niente schiacciare del tutto: e allora trai da te stesso forze veramente sovrumane, che non pensavi di possedere (quante volte nella vita? tre, quattro, dodici?). ma il disturbo quotidiano dei disguidi, delle facce, degli incontri, dei bocconi indigesti, delle pedate-in-culo che non desti illo tempore, delle donne sapute (anche barbute), di chi vuol ammaestrarti, chi redimerti, chi portarti al suo mulino (come asino da soma e da macina); il fastidio degli inganni miseri meschini maleolenti, gli appuntamenti rinviati, le pietà rondanine, gli abbozzi di amicizia vomitata, le assicurazioni di collaborazioni di rivisitazioni di cogestioni (di congestioni: le tue); la sopportazione stessa devi tollerare, che è la conditiosinequanon se vuoi sopravvivere. se, per disgrazia, dio o natura, t’ha fatto atrabiliare, e onesta, e tuttadunpezzo (anche se gran bel pezzo) la fatica si moltiplica, caleidoscopicamente. in ogni specchietto si rifrange tutto il peso di ciò che sei, e ti ritorna un’immagine di te, che altri, più miti e bendisposti al mondo, più precocemente vecchi, o solo più intelligenti, ti rimandano come ferocemente insopportabile: per loro intervenuta, precoce, o connaturata, saggezza.

Read Full Post »

leggo una rubrica di viaggi
non mi è rimasta nemmeno
la fantasia per immaginare
un solo luogo ameno
ad est a nordovest passaggi
di terre anguste da attraversare

Read Full Post »

4 ottobre, san francesco
vorrei che nel mondo intero la povertà potesse essere una scelta, non una fatalità o una costrizione, che si imparasse a fare a meno di tante cose avendo tutti il necessario, che restasse spazio per tutto il “resto”.
e invece abbiamo l’arte la musica la letteratura poiché possiamo comprarle.
siamo tanti piccoli continuatori del dispotismo illuminato, della cortigianeria rinascimentale, dello sfarzo della corte papale, indietro indietro fino a mecenate. gelidi e razionali, scambiamo per sciocca utopia l’unica possibilità di salvare il mondo fermandolo, rallentando la corsa al procacciamento continuo di gadget, di consolazioni deliranti, mentre sul fronte dello spirito diamo per scontato che l’arte possa esistere solo in relazione al mercato: cosicché, nel frattempo, come in tutti i processi degenerativi, i confini tra le cose si mescolano, fino a che la parte marcia prende il posto della sana. e perciò abbiamo un’arte che prende le direttive dal mercato. “è sempre stato così”, si sente dire: e dunque accettiamo che quello che è un dato di cultura, diventi un dato di natura.
poi ci indigniamo per i dannati della terra che ci muoiono davanti casa: e questo è senza ombra di dubbio, a meno di pensarla da razzisti, un dato di cultura, poiché abbiamo fatto noi, grossi e grassi occidentali, il mondo a nostra immagine e somiglianza. quegli uomini vivono da disperati e muoiono da disperati perché noi possiamo specchiarci compiaciuti nella nostra merdosissima arte del cazzo, che non è più nemmeno lontanamente arte, ma solo mercato. non muove coscienze, non muove un solo sentimento: risponde al vomitevole totem del denaro.
tutto il “resto”, tutta la “cultura” ora devono farsi carico della morte di migliaia di poveri: se vogliono potersi guardare allo specchio senza disgusto. non è più tempo di loisir, dobbiamo farci mecenati di salvezza: anche verso noi stessi.

Read Full Post »

un tipo umano che non finisce di sorprendermi è quello che ti dice e va dicendo di te cose cattive e poi fa l’offeso, lui, perché tu non mostri il minimo segno di pentimento per tutte quelle terribili cose che non hai fatto

Read Full Post »

la gente quando è gente
o non ha memoria
o è spietata
il tempo e gli insuccessi
te la riveleranno
tutta nel suo
squallore

Read Full Post »

sindrome di sto colma

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »