Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘tempi moderni’

distanza abissale
è tutto ciò che resta
il pensiero m’assale
che non vi sia più festa

Annunci

Read Full Post »

La nonna dice alla nipotina:

– Io, alla tua età, lavoravo già…

E la nipotina risponde:

– Io,  alla tua età,  lavorerò ancora…


Read Full Post »

La pigrizia dei tempi

questa, che come altre cose mie di questo genere, ho un po’ di vergogna a chiamare poesia, è già uscita nel giardino dei poeti. ora la ripropongo sforbiciata, coagulata, perché più nitido me ne appare il senso: la mia protesta nei confronti dell’ignavia dei tempi, che ci rende pigri, accidiosi anche negli affetti, opportunisti nelle amicizie. so che ai più disturba ogni laudatio temporis acti, ma proprio non riesco ad accontentarmi dei sentimenti di plastica che dominano la scena, delle mezze vigliaccherie che ci fanno chinare la testa. intanto, la vita, scorre, per forza, da qualche altra parte.

Abbiamo sperato a lungo un tempo
che non tutto finisse con la morte
ci abbiamo creduto così tanto,
bambini in riva al mare
con secchiello e paletta
a riempire fossati immaginari
d’acqua infinita, castelli e torri
alte svettanti sopra nugoli
di moscerini e frotte
di madri allarmate.
La luna soverchia gocciolante
l’albero a cui tendevi,
una forza inarrestabile declina
il vento caldo dell’estate
nella fuliggine di novembre,
nitida, nell’angoscia del meriggio,
l’intera produzione di un ventennio
dentro un guscio vuoto di cicala;
ci sferza il tempo e grave rimbalza,
mentre assonnati giriamo a vuoto
gli sguardi, emettiamo mugolìi
di stupida intesa – tesi i molti muscoli
flaccido il poco cervello – riarsi
come quest’arida pietra del Carso
che pare un richiamo d’altri tempi,
come il cuore della terra che senti
ridere e scoppiare di vita
altrove.


Read Full Post »